Amor Fou – Il caso giornalistico su Depedis – 2010

Amor Fou – Il caso giornalistico su Depedis – 2010

Gli Amor Fou hanno pubblicato l’album I Moralisti nel maggio 2010. Il cd conteneva il brano “Depedis“, ispirato alla figura Enrico Depedis, membro della banda della magliana prima e pseudo benefattore poi, un personaggio dalle mille facce e molte ambiguità. La canzone voleva cercare di raccontare questa ambiguità, senza contenere alcun tipo di dedica. Il giorno dell’uscita abbiamo coinvolto la storica testata romana Il Messaggero, che ha lanciato in prima pagina la storia, con un titolo provocatorio sulla questione, già di “moda” a causa del film di Michele Placido e della relativa serie televisiva.

Abbiamo quindi fin da subito sfruttato la notizia e il volano mediatico indotto, proponendo a un cronista dell’agenzia stampa Omniroma di cercare dichiarazioni sullo stesso argomento, anche con il nostro aiuto. Dopo poche decine di minuti è partito il primo lancio di agenzia con la dichiarazione del Presidente dell’associazione di consumatori Adoc, che fraintendendo completamente il significato brano, ha iniziato ad attaccare la band parlando di scandaloso omaggio ad un criminale.

Da li in poi si sono susseguite una serie dichiarazioni di politici, giornalisti, e opinionisti fino a quella più importante di tutte, ovvero dell’allora Sindaco di Roma Gianni Alemanno, che interpellato sul caso nell’ambito di una manifestazione pubblica e sicuramente senza neanche conoscerlo, si è lanciato in una dichiarazione forte, in cui si augurava che De Pedis degli Amor Fou si rivelasse un flop. A quel punto abbiamo rilasciato una dichiarazione di risposta del cantante della band, Alessandro Raina, che è stata ripresa da tutte le più importanti agenzie di stampa italiane e da diversi quotidiani il giorno dopo. Si è creato un vero e proprio caso giornalistico, dettato da molta fortuna ma aiutato da altrettanta tecnica di ufficio stampa.